Vision

Sono convinta che l’arte antica, in ogni sua declinazione, debba essere parte integrante della nostra quotidianità. Un sottofondo affettuoso, ma avvincente su cui ambientare ogni nostro gesto, ogni nostro pensiero, ogni nostra scelta. Ne sono così convinta al punto da costruire secondo questa visione i miei stand nelle mostre internazionali e gli scenari della mia Galleria di Piazza di Spagna. Scoprire l’arte, evolvere nel gusto deve essere un’esperienza che ci dà forza, consapevolezza e ricchezza interiore.

Credo che i quadri, le sculture, gli oggetti debbano circondarci, accarezzarci, essere parte attiva e viva della nostra esistenza, delle nostre case. In fondo è così che noi italiani siamo cresciuti, sentendoci parte integrante di un contesto e di una civiltà – quella estetica – che hanno primeggiato nel mondo e che ancora molto hanno da raccontare, da insegnare. Dell’arte infatti – a Roma in particolare, ma ovunque in Italia – non si fa esperienza soltanto nei musei, ma per le strade, nei cortili, nei giardini, nelle chiese, seduti in un caffè all’aperto, e perfino negli androni dei palazzi!

L’arte non la devi cercare, devi solo imparare a vederla.
Per me l’arte è vita. E, senza l’arte, la vita si declassa a una grigia sopravvivenza.

 

Alessandra Di Castro

Background

Dopo la laurea a “La Sapienza” di Roma e i perfezionamenti allo Study Center presso il Victoria and Albert di Londra, Alessandra Di Castro è stata Direttore del Museo Ebraico di Roma, di cui oggi presiede la Fondazione.

Da gennaio 2020 è Presidente dell’Associazione Antiquari d’Italia (AAI). Siede nei boards della Biennale dell’Antiquariato di Firenze e di TEFAF ed è consulente per Masterpiece London. Nel 2019 ha ricevuto l’Iris Award del Bard Graduate Center di New York come outstanding dealer.

Negli anni ha venduto opere d’arte a musei quali, tra gli altri, il Louvre, il Metropolitan Museum, le Gallerie degli Uffizi.